VORREI MA NON POSSO…


Dedicato a tutte le girls impegnatissime tra carriera e citylife


“Lavoro in banca di investimento/ in consulenza. Non ho tempo per fare crossfit. L’ho provato, bello ma ho troppi impegni, lavoro fino alla sera tardi e sono stanca”


“Lavoro tanto, poi sono sempre in giro, viaggio per lavoro, mangio in giro, inutile impegnarmi nell’allenamento e poi mangio male, salto pasti…” 


“Ho gia poco tempo , sono stressata, perché dovrei stressarmi ulteriormente? Sto attenta a tavola, a pranzo uno yogurt ed una mela, e ogni tanto un po’ di jogging”

Ecco queste le frasi ricorrenti che sento spesso dalle altre girls e non solo, anche dalla sfera maschile sento frasi simili. Ma su questo mio primo articolo per dummiesatthebox voglio concentrarmi sulla sfera femminile, perché in fondo sono un po’ di parte.

Cari #D@TBlovers, ci voleva proprio anche una componente femminile in questo blog!

VORREI….MA NON POSSO

Iniziamo da qui, quante volte ho sentito questa frase. Donne perennemente di fretta, lavoro, tanto lavoro, pochi impegni personali, concentrati nel fine settimana. Da anni stanno attente a tavola, rinunciano a tante cose…ma con pochi risultati, perennemente insoddisfatte della loro forma fisica, per vedere passare gli anni e avere un fisico sempre meno tonico anche se si fanno tante rinunce; sempre nervose e qualche volta anche insicure. #DTBgirls ammettetelo, in quante vi ritrovate in questa descrizione!

No non voglio fare l’ipocrita. Io ero la prima. Diete fai da te… mangiavo poco e male, potrei morire adesso al solo pensiero 🙂 … Corsi fitness un po’ a caso… Cambiavo spesso dalla zumba all’arobica, fino allo step… Insomma dopo un po’ mi stufavo…. Ogni tanto un po’ di corsa blanda…. Dovevo impegnarmi ad andarci due volte alla settimana giusto per zittire i miei sensi di colpa. 

E’ proprio qui sta il primo sbaglio: l’IMPOSIZIONE

Faccio un abbonamento in palestra con una di quelle app in convenzione aziendale, costa relativamente poco e posso andare anche nella palestra di fighetti dove ho l’area wellness. Certo, peccato che poi a conti fatti quei 30 euro al mese che sembravano un gran risparmio si tramutano in un costo non ammortizzato, perché alla fine, tra i 1000 impegni e la voglia che mi assale, ci vado se va bene una volta alla settimana, magari la maggior parte delle volte solo per accedere all’area wellness…. Perchè succede questo? Perché vedo l’allenamento solo come un dovere e non un piacere, non ho passione o voglia di allenarmi, lo faccio solo perché DEVO. Così è un po’ sempre stato anche per me fino a quando, nel 2016, trascinata da @emavar ovviamente con scarso interesse, ho fatto una prova in un box di CrossFit. Già solo entrando ho subito notato che non era la solita palestra, sembrava più un posto dove si ritrovano tanti amici e si divertono, ed erano tutti fisicatissimi… 

Con tanto scetticismo ho iniziato e subito non è stato facile, ma alla fine avevo voglia di svegliarmi alle 6 di mattina per 3 volte alla settimana perché mi ritrovavo con persone simpatiche con le quali mi divertivo per un’ora. Senza accorgermene sono passata da 3 a 5 volte alla settimana, senza nessuna imposizione…. Anzi guai a quando non riuscivo ad andarci almeno 3 volte, ma non per i sensi di colpa ma perché mi faceva star veramente bene. Non ero più così nervosa e mi divertivo un sacco con quelli che oggi sono diventati tanti amici con cui iniziare bene una giornata! 

Insomma il CrossFit mi ha cambiato prospettiva. Da imposizione l’attività fisica è diventata una passione, un obiettivo. E spostando l’obiettivo dall’avere un fisico bello sodo e senza cellulite, al divertirmi e allo star bene mentalmente, con il passare del tempo il mio fisico è cambiato radicalmente e non spendo più 100 euro al mese in somatoline (non odiatemi ih ih, ma so che più del 50% di voi girls lo fa). 

E da qui il secondo grosso sbaglio: SOLO SE ACCOMPAGNATI!

Stasera vado in palestra con la mia amica/collega… Ma poi faccio tardi al lavoro, la mia amica/collega mi bidona… Sono stanca, mangio e mi metto a letto a vedere un film… Che poi mi viene la depressione e la noia di aver fatto lavoro-casa-casa-lavoro e mi apro il pacchetto di gocciole mentre mi guardo il film…. Non è forse vero??? Allora partiamo dal presupposto che chi fa un lavoro come il mio, ovvero che si sa quando si inizia ma non si sa mai quando si finisce, la scelta di quando allenarsi deve assolutamente vertere sulla mattina. Donne sveglia alle 6. No excuse! E ve lo dice una che non è di certo un’allodola. Ma lo fai, ci riesci se e’è qualcosa che ti appassiona, se non hai bisogno di qualcuno per andarci, perché ogni mattina al box ormai trovi i soliti amici che fanno come te, vi divertite insieme un’ora e si finisce per mettere un po’ di musica anche a fine allenamento in doccia tra le risate per i canti stonati e poi si vola in ufficio carichi a bomba!

Terzo macro sbaglio, poi mi fermo qui, anche se potrei continuare nella lista delle scuse…. NON HO TEMPO !

Non mi soffermo molto su questo punto, perché ormai la trovo veramente retorica come tematica, perché tutti sappiamo che se vogliamo (e torniamo al primo sbaglio dell’imposizione), il tempo lo troviamo. Mi sveglio tutte le mattine alle 8, non faccio colazione e per le 9 sono in ufficio. La sera prima sono andata a letto alla una, perché in preda alla depressione stavo guardando un film stile Bridget Jones con tanto di pacchetto di gocciole… Se mi sveglio alle 6, vado al box a fare la classe dalle 7 alle 8, la sera prima non sono andata a letto alla una e ho evitato di spararmi le gocciole. Magari invece mi sono preparata una colazione bilanciata a base ad esempio di pan bauletto con un poco di marmellata senza zuccheri aggiunti e dello yogurt greco da mangiare poi una volta in ufficio. Ed incredibile, alle 9 di mattina ho già portato a casa due obiettivi, mi sono allenata e mi sono divertita e posso iniziare la giornata con una colazione sana e sopratutto con tanto appetito e con il sedere che mi fa male per i 100 squat che ho fatto al box.

Vi ho convinte #D@TBgirls? 

Per concludere, vi lascio con un decalogo delle principali conquiste che mi sono portata a casa da quando ho iniziato a fare CrossFit:

  • Ho trovato il coraggio di cambiare un lavoro che mi rendeva perennemente insoddisfatta
  • Da quando ho iniziato Crossfit ho aumentato i miei successi professionali
  • E’ aumentata la mia pazienza, la mia resilienza, la mia capacità di problem solving, e la sicurezza in me stessa
  • Sono diventata un buon coach
  • Non soffro più di crisi di ansia
  • Ho più energie anche se dormo meno. Presumo quindi di aver aumentato la qualità del sonno
  • Ho un sacco di amici crossfitter pazzi e simpatici, di tutte le età 
  • Il mio giro fianchi è passato da 99 cm a 93 cm
  • Non soffro più di emicrania e di mal di pancia frequente
  • E dulcis in fundo… Bhe non sono mai stata più soddisfatta di me’ stessa come ora!!!!

Quindi #DTBgirls, no excuse… #staytuned 

Prossimamente un articolo sempre dedicato a noi donnole, su crossfit, alimentazione e… DIVENTO GROSSA…. ( magari….!!! Fosse cosi facile…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...